L’Orgasmo Femminile E’ Ancora Un Mistero?

Il 31 luglio in Inghilterra è il giorno nazionale dell’orgasmo. Mi sembra un’ottima occasione per parlare quindi di orgasmo femminile, visto che pare ci sia ancora molta confusione sull’argomento e soprattutto molta paura di fare domande.
Purtroppo il non-chiedere ci porta lontane dal conoscere noi stesse.

Ma perchè è ancora un tabù parlare di orgasmo?

Molto dipende all’educazione sessuale ricevuta (ammesso che la si abbia ricevuta; io sono cresciuta a Londra in una scuola che faceva qualche corso di educazione sessuale).

Forse in questi corsi ci ingegnano come funziona la riproduzione, non l’educazione sessuale e certamente nemmeno ci spiegano cos’è la sessualità, figuriamoci l’educazione al piacere. Almeno, quando io ero a scuola era così, ma vedo che le cose non sono cambiate.

Il messaggio che entrava forte e chiaro era: quando il pene entra in vagina si resta incinta. Poi c’erano forse i dettagli sulla fecondazione. E questo è tutto quello che ci serviva (in teoria) sapere.

Di certo nessuno è arrivato a scuola a dirci “parliamo di sesso” o “chiedete tutto quello che volete sapere, è normale avere domande e non sapere”. Figuriamoci qualcosa tipo “il sesso è anche qualcosa di divertente”!

Per non parlare poi di orgasmo femminile. Niente. Dato che non serve a scopo riproduttivo, perchè addentrarsi nell’argomento? Ebbene, tutto questo è sbagliatissimo.

Intanto, sempre per rimanere legate al tema riproduzione, non è vero che l’orgasmo non serve a rimanere incinta; infatti durante l’orgasmo la cervice si contrae aiutando lo sperma dell’uomo a risalire verso l’utero. Oltre a questo, l’orgasmo è una cosa che ci aiuta a sentirci bene, grazie agli ormoni che vengono rilasciati durante il climax, tra cui l’ossitocina, che produce tutta una serie di effetti benefici al nostro corpo. Inoltre, l’orgasmo ci permette di sentirci più vicine e unite al nostro partner.

In che modo si può quindi raggiungere l’orgasmo?

Ci sono moltissimi modi, è tutta una questione di gusti e di cosa piace ad ognuna di noi. Forse alle più giovani di voi, o alle fan di Josh Hartnett, sta venendo in mente la scena di 40 giorni e 40 notti dove lui riesce a far venire lei solamente con un petalo di fiore. Beh, tecnicamente questo è possibile. Non è infatti necessario toccare i genitali, alcune persone possono raggiungere l’orgasmo anche solo con la stimolazione dei capezzoli. Non esiste la formula magica.

Ci sono poi diverse tipologie di orgasmo, quello clitorideo, quello vaginale o anche quello che combina entrambi. Tecnicamente l’orgasmo è sempre prodotto dalla clitoride, cambia la modalità in cui viene stimolata. Questa categorizzazione deriva dal fatto che la clitoride è anatomicamente separata dalla vagina e la stimolazione può quindi avvenire in modi diversi. Alcuni studi evidenziano però come 1 donna su 3 ha difficoltà a raggiungere l’orgasmo durante il rapporto sessuale, e come l’80% ha difficoltà a provarlo attraverso la stimolazione interna vaginale.

L’orgasmo clitorideo

La clitoride è l’organo sessuale femminile per eccellenza ed, incredibilmente, ha fino a 8000 terminazioni nervose. Un’altra particolarità è che si è iniziato molto recentemente a studiare la forma interna della clitoride (precisamente negli anni 90) e che la prima visione 3D si come appare la clitoride quando stimolata, l’abbiamo avuta nel 2009!

Per stimolarla ci sono tanti modi diversi in base al gusto di ognuna di noi. Quello che è importante è che ognuna trovi il suo. Per aiutarci nella ricerca un bullet vibratore con diverse velocità e intensità può essere perfetto da usare sia per scoprire che tipo di stimolazione ci porta all’orgasmo, sia per poterci divertire a stimolare le labbra e le zone vicino alla clitoride, per raggiungere poi un più intenso orgasmo.

packaging_nimbus_white

Nimbus di AVE è in questo perfetto. Non solo rispetto agli altri bullet o mini vibratori ha una forma deliziosa, una nuvola, del tutto discreta ed elegante, ma ha fino a 7 diverse modalità ed è facile da usare; sta infatti perfettamente nel palmo della nostra mano!

L’orgasmo vaginale

Questo orgasmo è generalmente più difficile da raggiungere, ma una volta scoperta la strada, è più facile da avere ripetutamente. Il Punto G si trova nella parete interna della vagina e può essere stimolato tramite la penetrazione. Spesso accade che la donna raggiunga l’orgasmo tramite la penetrazione quando si trova lei sopra, questo perchè la posizione aiuta a stimolare contemporaneamente esternamente anche la clitoride.

pure-wand

Per chi ama il lusso e un sex toy senza “finte” vibrazioni Pure Wand di Njoy è il dildo perfetto. Ha certamente dimensioni importanti, che in aggiunta alla sua speciale curvatura e forma, riempie e raggiunge perfettamente il Punto G. E’ di purissimo alluminio e questo permette di giocare con caldo e freddo per aumentare il piacere e l’eccitazione. Infatti l’alluminio si scalda col calore del corpo ma può rapidamente essere raffreddato.

fifi

Per le donne che invece hanno trovato modo di raggiungere l’orgasmo tramite la doppia stimolazione, sia clitoridea che vaginale, o per tutte quelle che vogliono provare ad avere un orgasmo in questo modo, suggerisco Fifi di Je Joue. E’ un rabbit vibratore, con motori indipendenti, per scegliere quanto e come volete stimolare la clitoride e il Punto G. Ha una forma elegante, di setoso e atossico silicone.

Ma, indipendentemente da che tipo di orgasmo vi piace raggiungere, la chiave sono i preliminari e la masturbazione.

Il piacere si raggiunge in tutto il corpo e tramite tutto il corpo. La pelle è, in ogni zona, erogena e il cervello è il nostro più grande organo sessuale; quando li utilizziamo entrambi per portarci verso il piacere, il risultato è stupendo.

Inoltre le donne impiegano più tempo dell’uomo a raggiungere il giusto livello di eccitazione che porta all’orgasmo quindi i preliminari e il contatto fisico preparano il corpo femminile e la mente per il piacere. Infatti il flusso sanguigno aumenta rendendo le nostre zone intime e tutto il corpo ancora più sensibili; la lubrificazione della vagina inizia qui, così da rendere la penetrazione più facile e piacevole.

Fino al prossimo articolo, scoprite quello che più vi piace.

katemoyleDI KATE MOYLE
PSYCHOSEXUAL THERAPIST
@KATEMOYLEPSYC